Gaeta

Gaeta Medaglia d'argento al valore civile

un museo a cielo aperto

Scopri
Gaeta

Gaeta Panorama dall'alto

Un paese di storia e tradizioni

Scopri

Turismo Culturale: Le Chiese

La religione è fatta per gli uomini, e non gli uomini per la religione

Gaeta_campanile3

La numerosità delle chiese, il duomo, e i diversi edifici religiosi che Gaeta ospita, la rendono attraente anche per i turisti che amano ripercorrere tracciati religiosi impressi nelle opere archiettoniche, negli affreschi e nelle opere conservate nelle numerose strutture del luogo.

Gaeta è meta di intenso turismo religioso. I visitatori si recano verso la Cattedrale dedicata all'Assunta e ai Santi Erasmo e Marciano, dallo splendido campanile in stile arabo-moresco, verso il Santuario della Santissima Annunziata, dal cui abside si raggiunge la preziosissima Cappella detta “Grotta d’Oro” e soprattutto verso il  santuario della Santissima Trinità, meglio conosciuta come Santuario della Montagna Spaccata. Qui si trovano infatti tre voragini nella falesia che creano uno spettacolo naturalistico unico e denso di mistero.

Lungo la scalinata che conduce nelle viscere della montagna nella Grotta del Turco è possibile vedere sulla parete destra la cosiddetta “Mano del Turco“: l’orma delle cinque dita di una mano. Secondo la leggenda si tratta della mano di un turco miscredente che appoggiandosi vide la roccia farsi friabile. 

Gaeta, conosciuta dai turisti e dai suoi cittadini come la “città dalle 100 chiese” conserva ancora oggi, non solo nella memoria di qualche capitello incastonato nelle mura dei palazzi, numerose chiese, viva testimonianza del suo antico splendore e del forte legame che da sempre ha avuto con la cristianità. Città prediletta dai Papi, già prima dell’anno Mille divenne sede dell’Arcidiocesi (1848), contando un  numero elevato di luoghi di culto sorti in anni differenti, dimore simboliche delle diverse epoche. In uno studio del 1885, Onorato Caetani d'Aragona, censì ben 39 chiese; nel 1970 Giovanni Alletta ne contò circa 60, considerando anche quelle sconsacrate e scomparse. Molte chiese negli anni furono distrutte, inglobate in altre strutture o hanno cambiato la destinazione d’uso ma, nonostante gli eventi bellici e guerre di domini, Gaeta conserva ancora oggi gelosamente le sue chiese che, a tutti gli effetti, fanno parte dell’invidiabile patrimonio architettonico della città.

Tra le Chiese più importanti, si possono visitare:

  1. La Cattedrale di S. Maria Assunta in Cielo con il Succorpo
  2. Il Santuario della SS. Trinità
  3. Il Santuario della SS. Annunziata con la Cappella d'oro
  4. Il Santuario di S. Nilo
  5. La Chiesa di San Giovanni Evangelista "a Mare"
  6. La Chiesa di San Domenico con la Terra Santa
  7. La Chiesa del SS. Rosario
  8. La Chiesa dei Santi Cosma e Damiano
  9. La Chiesa della SS. Addolorata
  10. La Chiesa della Natività o dell'Ulivo
  11. La Chiesa di San Carlo Borromeo
  12. La Chiesa di Santa Maria della Sorresca
  13. La Cappella Maggiore del Cimitero
  14. La Chiesa di Santa Maria di Porto Salvo detta "degli Scalzi"

Per conoscere gli orari di apertura di alcuni di questi siti clicca qui


Gallery

La Cattedrale di S. Maria Assunta in cielo

La Cattedrale di S. Maria Assunta in cielo

Il Duomo di Gaeta, dedicato a S. Maria Assunta in cielo fu costruito nei secoli X-XI probabilmente dove sorgeva una chiesa risalente forse al VII secolo (S. Maria del Parco). Probabilmente tra la fine dell’VIII secolo e l’inizio di quello success...


La Chiesa di San Giovanni Evangelista "a Mare"

La Chiesa di San Giovanni Evangelista "a Mare"

La chiesa di S. Giovanni a mare o di San Giuseppe venne edificata tra la fine dell’XI e l'inizio del XII secolo all’esterno della cinta muraria. Il luogo di culto è composto da 3 navate sorrette da materiale lapideo romano e medievale. La chiesa,...


Santuario della SS. Annunziata

Santuario della SS. Annunziata

Il tempio della SS. Annunziata, di origine angioina, ad una sola navata con ardite crociere ogivali innervate da robusti costoloni, si presenta attualmente come un magnifico esempio di architettura barocca. Ristrutturato nel 1621, a trecento anni...

La Chiesa di San Domenico

La Chiesa di San Domenico

L’attuale tempio di San Domenico e il monastero annesso risalgono alla metà del Quattrocento, quando venne distrutta la chiesa originaria per favorire la costruzione del castello aragonese. I Domenicani, però, erano presenti a Gaeta dal 1229: l...


La Chiesa della SS. Addolorata

La Chiesa della SS. Addolorata

Posta a ridosso delle mura di cinta sul fronte di mare della città, la Chiesa della SS. Addolorata ben si inserisce nella sistemazione urbana dell'attuale Via Annunziata, ribadendo il carattere ottocentesco dell'ambiente. La primitiva chiesa...


La Chiesa della Natività o dell'Ulivo

La Chiesa della Natività o dell'Ulivo

La chiesa, parte integrante dell'attiguo palazzo S. Giacomo, è dedicata alla Natività della Vergine. Il titolo del luogo sacro viene ripreso anche dalla pala d’altare, un olio su tela attribuibile a Giovanni Bernardino Azzolino (oggi presso il M...

La Chiesa di Santa Maria della Sorresca

La Chiesa di Santa Maria della Sorresca

La piccola chiesa di S. Maria della Sorresca sorse per suffragio popolare in onore della Vergine nel luogo in cui, nel '500, vi era un magazzino della famiglia Albito di Gaeta, nel quale si custodiva un quadro della Madonna ritenuto miracoloso....


La Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

La Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

La memoria più antica della Chiesa dei Santi Cosma e Damiano risale al 997 quando il presbitero Pietro e il canonico Benedetto ricevono dal vescovo Bernardo, figlio del duca di Gaeta, l'incarico di ricostruire il sacro edificio dopo la lontana di...


La Chiesa di Santa Maria di Porto Salvo detta "degli Scalzi"

La Chiesa di Santa Maria di Porto Salvo detta "degli Scalzi"

La chiesa di Santa Maria di Porto Salvo e il convento, posti in cima alla larga scalea denominata Salita degli Scalzi, sono stati costruiti a partire dal 1624 come attesta lo "strumento" del notaio Giuseppe Sorrentino del 17 luglio 166...

La Chiesa di San Carlo Borromeo

La Chiesa di San Carlo Borromeo

La chiesa di San Carlo Borromeo venne consacrata nel 1620 dal vescovo di Gaeta Pietro de Oña al termine della costruzione iniziata a partire dal 1606 dal sacerdote Antonio Conca. Nel corso dei secoli si arricchì di arredi liturgici, di cui oggi r...


La Cappella Maggiore del Cimitero

La Cappella Maggiore del Cimitero

I lavori del complesso cimiteriale risalgono al 1850, sotto il decurionato di Pasquale Monetti e la Cappella Maggiore, terminata nel 1857, si conserva tuttora nella sua integrità. Si presenta come tipico prodotto dell'espressione architettonica c...